B12, una vitamina indispensabile per la salute

Le nostre offerte mensili
B12, una vitamina indispensabile per la salute 05 Ottobre 2019

Il nostro corpo è una macchina perfetta a cui servono ogni giorno una serie di elementi che ne garantiscono il corretto funzionamento.

La tendenza degli ultimi anni a stili di vita più consapevoli e nuovi regimi alimentari, per etica o salute, ha eliminato alcuni alimenti dalle nostre tavole, di cui però non possiamo farne a meno.

Come la vitamina B12: scopriamo perché.

L'importanza della B12

Nelle diete vegetariane o vegane, per esempio, la mancanza di prodotti di origine animale o derivati, determina la perdita di una sostanza molto importante per il nostro organismo, la vitamina B12.

Per questo, in un'alimentazione priva o carente di generi come carne, pesce, uova e latticini, è necessario integrarla in modo alternativo.

La vitamina B12, infatti, è una componente fondamentale per la nostra salute, sia nell'infanzia che in età adulta. Oltre ad intervenire nella formazione e nella crescita dei globuli rossi e contribuire alla buona salute del sistema nervoso, lavora insieme all’acido folico nella sintesi del DNA e dell’RNA, aiutando la formazione dei globuli bianchi a difesa del nostro corpo.

Una vitamina da non sottovalutare

I problemi derivanti dalla sua mancanza sono molti. La carenza di vitamina B12, infatti, può provocare: gravi danni al sistema nervoso, sviluppo di malattie cardiovascolari, fino ad una forma di anemia molto pericolosa detta megaloblastica. In particolare nei bambini, poi, può provocare danni al sistema neurologico.

Attenzione però! Anche il suo eccesso può essere dannoso, per esempio per i reni.

Riepilogando: la B12 è quasi del tutto inesistente nei vegetali commestibili. Se abituati a regimi alimentari privi o carenti di generi di origine animale o, se per motivi di salute, facciamo fatica ad assorbirla, deve essere assolutamente reintegrata. Prodotti specifici si possono trovare in farmacia ma vanno assunti sempre e solo su prescrizione medica e consiglio del farmacista.

Ultime news
  • Prurito dopo la doccia? Ecco come curarlo

    17 Ottobre 2019

    Vi è mai capitato di sentire una forte sensazione di prurito a contatto con l’acqua? Che sia dopo un bagno in piscina o dopo la doccia, per molte persone, questo elemento diventa un vero e proprio nemico.

    Questa sintomatologia viene spesso associata a forme allergiche dovute, per esempio, ai detergenti o al cloro. Ma non è sempre così.

    Può trattarsi, infatti, di una patologia chiamata “prurito acquagenico”. Questa sorta di intolleranza cutanea è causata dall’eccessivo rilascio nell’organismo di istamina e acetilcolina, due neurotrasmettitori che, reagendo all’acqua, generano la sensazione di prurito. Solitamente si manifesta su gambe, polpacci e braccia, ma può estendersi su tutto il corpo.

    Le crisi possono durare qualche minuto e, in genere, si attenuano coprendo la pelle.

    Prurito? No grazie!

    Ad oggi non si conoscono cure risolutive del problema ma esistono dei rimedi preventivi che ne limitano gli effetti. Vediamoli insieme.

    • Prima di fare la doccia o immergervi nell’acqua applicate sulla pelle prodotti a base di capsaicina, un composto organico presente nel peperoncino, la cui particolarità è quella di attenuare il prurito;
    • utilizzate detergenti delicati e ipoallergenici, come quelli all’avena, che possiede proprietà antinfiammatorie, lenitive e idratanti;
    • evitate bagni o docce troppo calde poiché l’aumento della temperatura corporea può aggravare la sensazione pruriginosa;
    • asciugatevi tamponando la pelle senza sfregarla e applicate su tutto il corpo dei prodotti idratanti, nutrienti e calmanti a base, per esempio, di burro di karité, acido ialuronico e olio di mandorle;
    • preferite indumenti di cotone o seta, più delicati sulla cute.

    Nel caso il disturbo persista, sempre sotto indicazione medica o del vostro farmacista di fiducia, potete optare per soluzioni alternative come cicli di fototerapia o l’utilizzo di farmaci antistaminici.

  • I vantaggi dei lavaggi nasali

    15 Ottobre 2019

    Soffiarsi il naso è un gesto molto semplice. Non tutti, però, sanno che è anche un’azione importantissima per la nostra salute.

    La pulizia nasale, infatti, è indispensabile per garantire il corretto funzionamento del naso che, svolgendo una funzione di filtraggio per il corpo, consente di fermare e allontanare batteri, virus, pollini e particelle inquinanti dell’aria.

    Ma come funziona il naso? Lavorando a cicli alternati, ogni narice ha un momento di “pausa”, durante la quale smaltisce tutte le sostanze estranee con le quali è venuta in contatto. In più possiede un sistema di secrezione e trasporto mucociliare, che consente la pulizia automatica e costante delle mucose.

    A volte, però, a causa di agenti esterni come l’inquinamento, le vie aeree possono ostruirsi e, quindi, risulta indispensabile supportare la naturale funzione.

    Pulizia e prevenzione a portata di mano

    Per farlo ci vengono in aiuto i lavaggi nasali. Con questo termine si intende la pulizia delle mucose attraverso soluzioni fisiologiche e spray a base di sostanze saline o ipertoniche che, fluidificando il muco presente nel naso, ne favoriscono l’eliminazione.

    Questi lavaggi, oltre ad agevolare l’igiene delle narici, svolgono un’azione preventiva verso malattie virali come influenza e virus gastroenterici ma anche raffreddori e riniti allergiche. Nei bambini, poi, aiuta a prevenire infezioni batteriche che possono generare, a loro volta, otiti, sinusiti, faringiti e laringiti.

    In più, svolti costantemente, mantengono la corretta detersione delle cavità nasali, contrastando l’introduzione di sostanze esterne e aiutando a ripristinare la naturale umidità delle pareti.

    Per avere maggiori informazioni su come eseguirli, potete chiedere consiglio al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi i prodotti più adatti alle vostre esigenze.

  • Psoriasi da pannolino: come riconoscerla e curarla

    12 Ottobre 2019

    La psoriasi da pannolino è un problema molto fastidioso per i nostri piccoli bambini che in genere si manifesta nei primi due anni di vita.

    Visibile nell’area genitale, dei glutei e nelle pieghe cutanee, la psoriasi da pannolino è fa parte della famiglia delle dermatiti della pelle e per questo non può essere trascurata.

    Per curarla in tempi rapidi è importantissimo saperla riconoscere già nelle sue prime fasi.
    Ecco come.

    Psoriasi da pannolino: come riconoscerla

    La psoriasi da pannolino si presenta sul corpo del bimbo a causa dello sfregamento ripetuto della cute della zona inguinale con il pannolino.

    L’ambiente particolarmente umido creato tra le pieghe genitali e dei glutei rappresenta un terreno fertile per la psoriasi da pannolino che si manifesta con chiazze di colorito rosso intenso, dall’aspetto lucido e dai bordi netti.

    Per riconoscerla e anticipare la sua proliferazione, è consigliabile controllare regolarmente, ad ogni cambio di pannolino, che sulle zone interessate non vi siano chiazze rosse e intense.

    Psoriasi da pannolino: come curarla

    Per curare la psoriasi da pannolino è possibile ricorre all’utilizzo di creme, unguenti e gel emollienti e anti-infiammatori, in grado di ridurre le lesioni e contrastare la dermatosi.

    Anche i corticosteroidi sono efficaci per alleviare il prurito e l’arrossamento in tempi brevi, facendo regredire la patologia della cute rapidamente. Applicabili nelle diverse aree corporee in cui si manifesta la psoriasi da pannolino, i corticosteroidi sono acquistabili anch’essi sotto forma di unguento, lozione, crema e schiuma.

    Per trovare la cura migliore per trattare efficacemente la psoriasi da pannolino, chiedete sempre consiglio al medico curante o al vostro farmacista di fiducia.
Rubriche
  • IL SEDANO E I SUOI BENEFICI PER LA SALUTE

    16 Ottobre 2019

    In questo articolo parliamo del sedano un potente alimento definito "idratante" e non solo, perché si prende cura della salute del nostro organismo. E' ricco di proprietà, che donano benefici e tanti vantaggi alla salute, infatti contiene minerali come il sodio, il potassio, il fosforo, il magnesio e il calcio, tutti indispensabili per un buono e sano funzionamento a livello fisico. Il consiglio sarebbe consumarne piccole quantità durante l'arco della giornata in modo, da poter usufruire delle sue preziose proprietà. Ora vediamo le sue qualità, insieme ai suoi poteri naturali.

    Disintossica, il sedano è ottimo per disintossicare l'organismo, perché grazie alle sue proprietà antiossidanti, la sua assunzione libera dalla presenza di tossine, facendo ritrovare il giusto benessere all'intestino.

    Antitumorale, la buona presenza di alcune sostanze chiamate apigenina e luteolina, permettono di proteggere l'organismo da diversi tipi di cancro.

    Diuretico, questo alimento è in grado di aiutare a prevenire le infezioni, perché è ricco di sodio e potassio, che stimolano la produzione di urina permettendo e facilitando l'eliminazione dei liquidi in eccesso.

    Stipsi, in caso di stipsi o stitichezza funziona da lassativo completamente naturale, perché durante l'assunzione le fibre contenute nel sedano rilasciano queste sostanze nell'intestino, provocando dei movimenti che aiutano a risolvere questo fastidio andando, anche ad eliminare il senso di gonfiore.

    Colesterolo, il sedano contiene il butile ftalide una potente sostanza in grado di diminuire il colesterolo "cattivo" in questo caso, bisogna consumare il gambo verde 2 o 3 volte al giorno.

    Rinfrescante, è ideale durante i periodi quando il caldo diventa torrido, per apportare idratazione e rinfrescare l'organismo in quanto è ricco di acqua e magnesio.

    Conoscevate tutte queste proprietà benefiche del sedano? Se la risposta è no potete decidere di farlo diventare il compagno delle vostre giornate, approfittando della sua bontà, con un vantaggio in più per la vostra salute e il vostro benessere.

  • CORRERE, ELIMINA LO STRESS

    02 Ottobre 2019

    Purtroppo, lo stile di vita frenetica che siamo costretti a sopportare ogni giorno, mette in serio rischio il nostro umore rendendolo instabile, in più, l'accumulo di stress, molto spesso sembra ucciderci e affrontare la semplice routine, diventa sempre più difficile e complicato. Ma come si fa a ridurre questi livelli di tensione? Come si fa ad eliminare lo stress e sentirsi , più rilassati? Semplice, la risposta a questa domande è decidere di praticando un pò di sport, scegliendo di svolgere una salutare corsa, perché dovete sapere che correre, aiuta sia fisicamente che mentalmente l'organismo a stare meglio. Prima di tutto, questo genere di attività fisica, scioglie la tensione muscolare e il nervosismo, mette di buonumore e ultimo, influisce alleviando il senso di stress, migliora la funzione del cervello e per ultimo, ma non meno importante, mantiene in buona forma fisica.

    Scegliendo, di correre garantirete al vostro organismo un totale e benefico rilassamento che renderà le vostre giornate più piacevoli. Ora, passiamo a quanto e per quanto tempo è importante correre. Se siete fuori allenamento, scegliete di praticare quest'attività un paio di volte a settimana, iniziate camminando a passi veloci per almeno 15 minuti.Quando vi sentiti più allenati e notate che la vostra resistenza fisica aumenta, potete iniziare a correre per un tempo di 30 o 60 minuti, anche tutti i giorni, importante la respirazione, mentre correte mantenete un tipo di respiro regolare. Potete correre la mattina presto, in modo che il vostro fisico si prepari ad affrontare la giornata in modo sano, potete correre durante la pausa pranza di lavorare, (se ne avete la possibilità) oppure in tarda serata. Non dimenticate di scegliere l'abbigliamento giusto comodo e che non soffochi l'epidermide.

    Correre, il modo migliore e sano che vi aiuterà ad allontanare lo stress e il cattivo umore, dalle vostre giornate.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.